INCENTIVI FISCALI PUBBLICITA'
NUOVI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI
9 Ottobre 2017
commercialista roma rottamazione
La rottamazione bis
23 Ottobre 2017

MAXY AMMORTAMENTO FINO AL 30.6.2018… MA A DETERMINATE CONDIZIONI

più 40 %
Come è noto la Legge di Bilancio 2017 ha riconfermato la possibilità, già prevista con la Legge di Stabilità 2016, di usufruire del cosiddetto “maxy ammortamento”, ossia la maggiorazione del 40% della deduzione fiscale sulle quote di ammortamento relative all’acquisto di beni strumentali.  Praticamente, viene concessa la facoltà di aumentare del 40 per cento il costo di acquisizione, ai fini fiscali, dei beni materiali strumentali nuovi, ad esclusione dei veicoli a deducibilità limitata, effettuati nel periodo d’imposta 2017, in modo da ridurre la base imponibile fiscale.

ATTENZIONE PERO’!!

L’agevolazione è altresì consentita anche per gli investimenti effettuati entro il 30.06.2018, sempre che entro il 31.12.2017 siano rispettate contemporaneamente le seguenti condizioni:

  1. l’ordine di acquisto sia già stato accettato dal venditore;
  2. sia già avvenuto il pagamento di un acconto pari almeno al 20% del costo di acquisizione.

Possono beneficiare di questo incentivo tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, gli enti non commerciali con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata, nonché gli esercenti arti e professioni.

Quanto all’ambito oggettivo, sono agevolati i beni materiali strumentali nuovi, realizzati in economia o mediante contratto di appalto. Sono, pertanto, esclusi gli investimenti in beni immateriali e in beni “usati” (vale a dire i beni a qualunque titolo utilizzati).

Assolutamente necessario è infatti il requisito della novità, il quale sussiste solo nell’ipotesi in cui il bene venga acquistato dal produttore, ovvero nel caso in cui il bene venga acquistato da un soggetto diverso purché non sia già stato utilizzato né da parte del cedente né da alcun altro soggetto. Con riguardo ai beni complessi, alla realizzazione dei quali abbiano concorso anche beni usati, il requisito della novità sussiste in relazione all’intero bene, purché l’entità del costo relativo ai beni usati non sia prevalente rispetto al costo complessivamente sostenuto. Posso essere oggetto dell’agevolazione in esame anche i beni utilizzati esclusivamente dal rivenditore al solo scopo dimostrativo (ad esempio beni precedentemente esposti in show room), in quanto l’esclusivo utilizzo del ai soli fini dimostrativi non fa perdere al bene il requisito della novità.

Rimangono invece esclusi dall’agevolazione gli acquisti di beni materiali strumentali per i quali il DM 31.12.1988 stabilisce coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%, nonché gli acquisti di fabbricati e di costruzioni. Ulteriori esclusioni sono, poi, previste in un’apposita tabella allegata alla Legge di Stabilità 2016.

Infine per quanto concerne il requisito della strumentalità, è necessario che i beni acquistati vengano utilizzati durevolmente quali strumenti di produzione di beni e servizi. Sono dunque  esclusi i beni merce (o comunque trasformati o assemblati per la vendita) e i materiali di consumo.

Per maggiori informazioni è possibile prendere visione della circolare la Circolare n. 4/E del 30 marzo 2017

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/62087001-c15c-4cfc-b6a8-586ba252eb6f/CIRCOLARE+n.4_E+del+30-03-2017.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=62087001-c15c-4cfc-b6a8-586ba252eb6f