garanzia-giovani
Incentivo Occupazione Giovani, Sgravi contributivi per aziende
22 Aprile 2017
istruzione
Spese di istruzione non universitaria
28 Aprile 2017

Contributi alle famiglie 2017

contributi-alle-famiglie

La Legge di bilancio 2017 ha introdotto due nuovi contributi economici per le famiglie: il bonus asili nido e il premio alla nascita.

Il bonus asili nido consiste in un buono di mille euro su base annua, distribuito su un orizzonte temporale di undici mesi, per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati per ciascun bimbo nato o adottato dal 1° gennaio 2016 in poi. Il bonus, che potrà essere concesso al massimo per un triennio, verrà erogato dall'INPS direttamente al genitore richiedente, previa presentazione di idonea documentazione attestante l'iscrizione a strutture pubbliche o private ed il relativo pagamento della retta.

Per quanto riguarda i figli minori di tre anni affetti da patologie croniche che non gli consentono di frequentare l'asilo, il bonus verrà erogato con le medesime modalità e nello stesso importo, previa presentazione da parte del genitore di una certificazione rilasciata dal pediatra che attesti l'impossibilità del bimbo di frequentare l'asilo nido.

L'utilizzo del bonus, al pari di quanto accade con il voucher per i servizi di baby sitting sarà indipendente dal reddito Isee, essendo rivolto alla generalità dei lavoratori.

Ricordiamo, però, che il contributo non potrà essere fruito contestualmente con l'erogazione del voucher baby-sitting, misura anch'essa prorogata sino al 2018 con la recente legge di bilancio, dato che le due agevolazioni intendono tutelare, seppur con modalità differente, un medesimo interesse. La misura non sarà cumulabile neanche con la detrazione fiscale del 19% sul totale delle spese annue documentate di iscrizione in asili nido sostenute dai genitori fino ad un massimo di 632 euro.

Invero, il contributo sarà pienamente cumulabile con il bonus bebè pari a 960 euro l'anno per il cui accesso è però previsto, a differenza del buono nido, la verifica dei redditi Isee.

Il premio alla nascita (o bonus mamma domani), consiste invece nel riconoscimento di una somma una tantum pari a 800 euro erogata in occasione della nascita o all'adozione del bambino, senza soglie di reddito, che può essere richiesta al compimento del settimo mese di gravidanza o all’atto di adozione. Anche in questo caso l'erogazione del contributo è demandata all'INPS, a prescindere dal reddito Isee, su domanda della futura madre e non concorrerà alla formazione del reddito ai fini Irpef.

Di seguito riportiamo una tabella riepilogativa di tutti i principali sostegni alle famiglie con figli:

Per chiedere maggiori informazioni scrivere a

Se ritieni utile l'articolo ti invitiamo a condividerlo: